I candidati si presentano: Francesco Domenici - Cittadini in Comune

I candidati si presentano: Francesco Domenici

Continuiamo con il percorso di presentazione dei nostri con Francesco Domenici, classe 1989, Stagnino, Perito Chimico con un background di studi in Economia e Legislazione dei sistemi Logistici, da 4 anni Assistente di Volo con Ryanair ci racconta le sue idee rispondendo alle nostre domande.

Hai mai fatto politica prima di ora? Cosa ti ha spinto ad entrare in questo progetto?
Quando avevo 18 anni mi sono iscritto all’allora giovane Partito Democratico; ho sempre seguito la politica, in casa ne parlavamo spesso e l’idea di far ufficialmente parte di un partito mi galvanizzava.

Sono stati anni con alti e bassi, e nonostante alla fine abbia deciso di restituire la tessera, non rinnego il percorso che ho seguito: ho avuto la possibilità di conoscere molte persone con idee diverse, di confrontarmi e di crescere (un esempio del quale a tutt’oggi conservo un bellissimo ricordo è la mia esperienza come Vicepresidente del consiglio di Frazione di Stagno).
Ho deciso di far parte di “Cittadini in Comune per Collesalvetti” perché ho visto in questa associazione esattamente quello che mi piacerebbe vedere nella politica: Persone competenti, umili, con i piedi per terra ma lo sguardo “rivolto verso il cielo e le stelle”.

Quali pensi siano le principali criticità del territorio?

Per elencare tutti (o anche solo i più importanti) problemi delle varie frazioni non basterebbe un papiro, quindi mi limiterò ad accennare alcune delle molte problematiche che attanagliano la frazione di Stagno, nella quale vivo;

  • Si percepisce costantemente una mancanza di programmaticità nella manutenzione della cosa pubblica: per settimane e mesi le buche nel manto stradale rimangono aperte, alberi cadono senza che nessuno li rimuova, l’erba non viene tagliata ed i detriti rimangono abbandonati ai bordi delle strade.
  • Sicurezza idraulica: le opere poste in essere per alleviare questo problema, oltre ad essere tardive, non sono affatto risolutive.
  • Salute: la frazione è circondata da strade ed aziende inquinanti, ed i controlli implementati non sembrano assolutamente sufficienti a tenere la situazione sotto controllo.

– La mancanza di luoghi di aggregazione: l’intera frazione sembra essere un dormitorio per gli abitanti di Livorno.

Quale è il tema che ti sta più a cuore nel programma?

Senz’altro l’Ambiente e la Salute: preservare il benessere della terra sulla quale viviamo e la salute delle persone che la abitano è una questione di primaria importanza.  Le tecnologie e gli strumenti di controllo per far coesistere Ambiente, lavoro e Sostenibilità già esistono, si tratta solo di farli applicare e soprattutto vigilare.
Se dovessi parlare di un sogno invece che di un punto specifico del programma, vorrei rivedere il Macchia Verde aperto…ci ho trascorso moltissimi pomeriggi quando ero un bambino, e vederlo abbandonato da così tanto tempo mi rattrista.

Tre parole per il futuro di Collesalvetti?
Ascolto, Partecipazione, Benessere.