Veronica Stasi - Cittadini in Comune

Veronica Stasi

Andiamo avanti con la presentazione della squadra di Cittadini in Comune per Collesalvetti, la Lista Civica indipendente nata più di un anno fa con la guida del noto pediatra Dott. Enrico Frontini, che si presenterà il 26 Maggio con un proprio candidato, Emanuele Marcis, ex presidente della Pro Loco di Stagno. Facciamo la conoscenza di Veronica Stasi, classe 1981, impiegata per molti anni nel settore sanitario privato che vive a Stagno da 10 anni con la famiglia.

 

Hai già avuto esperienze politiche? Come ti sei avvicinata a “Cittadini in Comune per Collesalvetti”?

Non ho esperienze politiche pregresse, pur avendo sempre avuto delle opinioni personali ben definite in merito, fino ad ora non avevo mai cercato uno spazio per potermi fare avanti.

Vivendo quotidianamente la frazione in cui risiedo, avevo sentito parlare di questa associazione e conoscevo alcuni dei membri, così qualche mese fa mi sono fatta avanti ed ho partecipato ad una riunione per farmi un idea un po’ più precisa. Ne sono uscita decisamente entusiasta, ho trovato un gruppo di persone affiatate e preparate che, oltre a rispecchiare i miei stessi ideali, si impegnavano e studiavano per trovare soluzioni il più possibile vantaggiose per il territorio.
Non è facile entrare in corsa in un progetto del genere, ma ho subito pensato che ne avrei voluto far parte.

 

Quali pensi siano le maggiori criticità del territorio?

Il Comune di Collesalvetti ha una superficie molto vasta e questo porta anche ad una diversificazione netta nei problemi delle diverse frazioni.

Sicuramente un punto che in questo momento le accomuna tutte è la sicurezza, nel suo significato più ampio, che è un punto fondamentale di ogni comunità.

Attualmente in ogni frazione la situazione è peggiorata, i furti e le “tentate truffe” sono all’ordine del giorno, ci sono zone prese di mira in cui i residenti non si sentono più a proprio agio.

Per questo è necessario, incrementare i controlli da parte delle forze dell’ordine con cui è indispensabile pianificare una collaborazione costante, non lasciare zone prive di illuminazione e incrementare la videosorveglianza.

 

Se tu dovessi parlare di un aspetto della tua frazione che ti sta maggiormente a cuore quale sceglieresti?

Non essendo nata a Stagno ho lo svantaggio di non conoscere certe realtà da sempre, ma ho avuto modo di osservare obiettivamente le situazioni e ancor di più ho avuto la fortuna di parlare con tante persone che hanno condiviso con me i propri ricordi.

Ognuna di loro ha espresso la voglia di ritornare ad un sano di concetto di comunità, mi hanno parlato di occasioni di aggregazione, di aiuto tra i cittadini e di una familiarità purtroppo persa.

L’idea di un vero e proprio “progetto sociale” fatto di conoscenza e di abitudini condivise che stimolino il più profondo senso di appartenenza.

Per questo credo sia necessario valutare con attenzione le associazioni che operano sul territorio, ognuna di esse nel suo ambito contribuisce ad un miglioramento. Ci sono delle bellissime realtà che andrebbero valorizzate, per esempio rilanciando la “Festa delle Associazioni”, e aiutate, sia con opportune assicurazioni per la cittadinanza attiva, sia con la semplificazione degli iter burocratici. Tutte le associazioni, da quelle che offrono servizi alla persona a quelle che si occupano del decoro urbano, da quelle sportive a quelle culturali, sono un vero e proprio valore aggiunto per il nostro comune.

 

Descrivi con tre parole “Cittadini in Comune per Collesalvetti”.

Passione, Determinazione e Disponibilità.