I candidati si presentano: Margherita Pampana – Cittadini in Comune

I candidati si presentano: Margherita Pampana

Ecco un’altra donna della squadra di Cittadini in Comune per Collesalvetti, Margherita Pampana, vicarellese classe 1992, fotografa, che sosterrà Emanuele Marcis nella corsa a Sindaco di Collesalvetti alle elezioni del 26 Maggio.

Hai mai fatto politica prima di ora? Cosa ti ha spinto ad entrare in questo progetto?

No è il mio primo approccio reale, mi sono sempre interessata di politica ed il mio attivismo per i diritti civili mi ha sempre fatto scontrare con questa, ma non ne ho mai fatto parte in modo inclusivo.
Questo progetto è stato sin da subito una speranza, è arrivato da persone capaci, competenti e piene di voglia di fare, ciò che proponevano era e continua ad essere qualcosa di innovativo in cui credo fortemente e che mi ha spinto su questa strada.

Quali pensi siano le maggiori criticità del territorio?

L’attenzione al cittadino è sicuramente una delle principali problematiche, quando un Comune non presta ascolto alle necessità, nascono disservizi, inefficienza e mancanza di interesse da parte di questi a tutelare il territorio dove vivono.
Questo si può cambiare soltanto dando una forte importanza alla riqualificazione del nostro territorio, attraverso un ottimale piano urbanistico ed un occhio di riguardo alle attività che alimentano il nostro comune.

Tra i vari progetti proposti, quale ti sta a cuore in particolare?

Sicuramente la tutela ambientale e la nascita di un “cuore verde” lontano da traffico intenso e inquinamento.
Abbiamo senza ombra di dubbio necessità di stabilire un miglior rapporto ambientale, dando limiti all’inquinamento e gestendo le risorse naturali in modo efficiente ed ecosostenibile.
Sono particolarmente attenta anche all’istruzione, in quanto la fase di sviluppo è fondamentale per formare persone capaci, portando ad un futuro più ottimista e consapevole.

Tre parole per descrivere il vostro progetto?

Efficienza, inutile dar spazio a prolisse discussioni e infiniti tempi di attesa tecnici, che non portano mai alla risoluzione di un progetto, siamo determinati a dare il meglio di noi, sempre.
Sostegno, alle persone che sul nostro territorio non ne ricevono, tramite progetti inclusivi e risolutivi.
Propositività, perché chiunque di noi da sempre il meglio di se affinché ogni difficoltà venga superata in modo corretto ed obbiettivo e perché anche i cittadini possano veder realizzato quello che il nostro Comune ha da offrire.
Adesso è il momento di cambiare le cose attorno a noi.